Blog di Pianella e dintorni
AttualitàPoliticaEconomia e LavoroCultura e spettacoliSportSegnalazioni

Spulciando tra i regesti delle carte d'archivio riguardanti Pianella

VITTORIO MORELLI

Ora che gli archivi pubblici e privati si sono aperti, sono disponibili autostrade documentarie per il completamento della storia di Pianella, che non può andare indietro nel tempo oltre il secolo VIII d. C., se non attraverso lo studio dei reperti archeologici e paleontologici, che ci possono aiutare in parte nel ricostruire la storia del pagus pleninensis.

Il Chronicon Casauriense fa riferimento a privilegi e diplomi di re carolingi e longobardi sulla compravendita di beni nel tenimento di S. Desiderio in Pianella, dietro l'assenso dei re carolingi e longobardi nell'VIII secolo d. C.

Anche la paleontologia e lo studio dei reperti preistorici e dei resti della fauna neolitica ci possono fornire un quadro botanico e zoologico del territorio di Pianella; si vedano gli studi dell'Università dell'Aquila sulla fauna neolitica dell'area Nora.

-Diversi Privilegi, in copia, vengono presentati alle Autorità superiori dall'arcivescovo di Chieti per le pretese sull'Astignano (aa. 1012-1313), già feudo della Mensa Arcivescovile di Chieti (e anticamente facente parte dell'ager publicus della Città di Teate).

Tra le carte, i documenti e le copie, regestati, si trovano:

-Privilegio in copia del re normanno Enrico VI del 1195, transuntato in privilegio di Federico II di Svevia del 1220, agosto, con annessa copia di privilegio di Sancia d'Angiò, (II moglie del re Roberto d'Angiò), del 27 marzo 1313, circa la concessione di diversi castelli e feudi e signanter di quello dell'Astignana, contiguo al territorio feudale della Serenissima Camera in Pianella, dalla concessione si apprende che il feudo fu concesso in servitium.

(Federico II ripropose e confermò i Diplomi di re precedenti circa i privilegi della chiesa di S. Maria Maggiore; inoltre incluse il Castello di Pianella tra quelli da restaurare).

-Esenzioni (condono fiscale) al nobile Antonio, che trattano di varie collette dovute alla Regia Corte di Pianella (a. 1443).

-Strumento per il notaro Antonio di Giovanni di Nocciano, che riguarda la vendita di una terra in Pianella, contrada lo plano de Gallo, fatta da Antonella e da Rita sua sorella a favore di Nicola Bianto e fratelli per 5 ducati d'oro (a. 1448).

-Una Bolla dell'abate di S. Maria di Pianella; -assegnazione della Rettoria di S. Leonardo di Pianella a Silvestro di Paolo di Aquila (a. 1453).

-Concessione di decime fatte da Corrado Acquaviva, conte di S. Valentino, sui frutti del feudo delli Castellani, a favore del monastero di Ss. Salvatore a Majella (a. 1454).

-(Concessione fatta (come parziale compenso e risarcimento ai monaci del Ss. Salvatore a Maiella per l'occupazione del feudo di Astignano operata con la forza da Camilla Acquaviva nel XV secolo).

-Lettera di Corrado Acquaviva, conte di S. Valentino.

-Una Bolla dell'abate "secolare" della chiesa di S. Maria extra muros di Pianella riguardante la concessione del beneficio di S. Martino di Pianella (a. 1473).

-Una Bolla dell'abate di S.Maria di Pianella riguardante il beneficio rurale di S. Nicola extra moenia per Urbano Tartaglia di Pianella (a. 1473).

-Tre Grazie (condono fiscale; rottamazione delle cartelle) vengono concesse dal re Ferrante (d'Aragona) all'Università di Pianella (a. 1475).

-Una Bolla dell'abate di S. Maria di Pianella riguardante il beneficio per Leonardo de Scaptonis (a. 1489).

-Copia della concessione del beneficio di S. Maria di Pianella ad Antonio Butii de Puca (a. 1492).

-Strumento per notar Giovanni Antonio de Cristianis di Caramanico riguardante la vendita di una casa detta di S. Leonardo in Pianella, fatta da Berardino di Colantonio di Pianella a favore di mastro Ambrosio di Giuliano di Pianella per ducati 20 (a. 1500).

Foto. CHRONICON CASAURIENSE-MANOSCRITTO SECOLO XII°ABRUZZO-S.CLEMENTE A CASAURIA

© E' vietata la riproduzione dei testi

ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Contatti
info@parolmente.it
Donazioni
Copyright © 2024 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu