Pescara. Pensieri di un visionario

GIULIO DE COLLIBUS.

Come sarebbe bello se: - venisse abbattuto l'orribile edificio dell'ex tribunale in piazza Alessandrini e ricreata la precedente piazza xx settembre con giardini, aiuole e fontana.

Questo ridarebbe vita e lustro a Porta Nuova che sta morendo lentamente, fra l'altro priva di una vera piazza. - venisse trasferita altrove ( gli spazi ancora liberi a Pescara ci sono) l'attuale questura. In tal modo, con l'abbattimento delle recinzioni ,la città verrebbe ad usufruire di un ampio e prezioso spazio che contiene, al suo interno, importanti testimonianze del suo passato e si collegherebbe con quanto sta faticosamente emergendo accanto ad esso ( testimonianze archeologiche del campo Rampigna, bastione San Vitale della piazzaforte cinquecentesca, restauro del circolo canottieri.

Al suo interno , nei tanti edifici disponibili, parte dei quali andrebbe eliminato troverebbero ospitalità strutture culturali quali le biblioteche regionali, il Media Museum attualmente ospitato nell'ex tribunale da demolire, ecc,ecc) Mi rendo benissimo conto dei gravi problemi finanziari e burocratici da affrontare e dei lunghissimi tempi di attuazione. Ma nulla è impossibile se si guarda lontano, al futuro, e non ci limita alla modesta gestione del presente. -

ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Copyright © 2022 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu