Notizie e appunti sulle attività artigianali, commerciali e professionali a Città S. Angelo nel periodo 1890-1892

Remo di Leonardo / 04 maggio, 2022 /

Città S. Angelo - Cenni storici.

Le origini di Città Sant'Angelo sono incerte probabilmente i primi a creare un insediamento sul colle furono i Vestini, ma il primo atto ufficiale reperito dove si parla del comune menziona di una concessione da parte dell'imperatore Ludovico II che accorda un privilegio al Monastero di Casauria sul luogo chiamato "CIVITATE S. ANGELI" dove si trovavano un castello ed un porto ed è datato 13 ottobre 875.

I numerosi ritrovamenti archeologici, decisamente più antichi, tra la foce del Piomba e quella del Saline, e la presenza di piccoli aggregati urbani in corrispondenza della località oggi denominata Marina di Città Sant'Angelo fanno risalire le origini della città al periodo romano, quando Angulum, di cui gli abitanti ne conservano ancora il nome di "angolani", viene nominata da Plinio il Vecchio nella sua descrizione delle terre vestine nel libro Naturalis Historia (libro II 12.106); non è da escludere l'ipotesi di qualche storico che la Angulum citata fosse invece la vicina Spoltore.

Intorno al 400 sorsero le prime chiese nella zona tra Città Sant'Angelo e Atri.  Nel XII secolo è aggregata alla contea di Loreto, e nel secolo successivo (1239) fu distrutta da Boemondo Pissone o Pissonus, giustiziere di Federico II, in quanto Città Sant'Angelo, città guelfa, era troppo schierata in favore di Papa Gregorio IX, nella lotta contro il Sacro Romano Impero.

Nella prima metà del XIV secolo Città Sant'Angelo fu una delle tre città principali della diocesi Penne-Atri, insieme alle due sedi vescovili.

Nel XVI secolo fu marchesato della famiglia Castriota insieme con le terre di Spoltore, Moscufo e Montesilvano. Successivamente fu de Piccolomini conti di Celano, che poi la cedettero ai Pinelli.

Il 18 febbraio 1699 Lucrezia Camerlengo compra per conto del figlio Francesco Figliola il marchesato angolano dai Pinelli per 130000 ducati. Francesco Figliola trasformò il marchesato in ducato.

Tra il 1300 e il 1700, Città Sant'Angelo, nonostante numerosi attacchi di Francesi e Spagnoli, conobbe un periodo di splendore. Nel Trattato di Aquisgrana del 1748 la città passò definitivamente sotto il Regno di Napoli fino all'Unità d'Italia.

Nel marzo del 1814 Città Sant'Angelo – assieme ai comuni di Penne, Castiglione Messer Raimondo e Penna Sant'Andrea – fu protagonista delle prime sollevazioni della Carboneria del Risorgimento Italiano.

Prima dell'annessione al Regno di Sardegna, il futuro Regno d'Italia, Città Sant'Angelo fu capoluogo dal 1837 al 1848 del Distretto di Città Sant'Angelo, un'unità amministrativa dell'Abruzzo Ulteriore Primo (la futura Provincia di Teramo), provincia del Regno delle Due Sicilie, in seguito tornato Distretto di Penne quando il capoluogo venne rispostato a Penne.

Nel 1932, l'attuale zona di Marina di Città Sant'Angelo si scorporò da Atri entrando a far parte di Città Sant'Angelo.

Sitografia

https://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0_Sant%27Angelo

Mandamento

di Città S. Angelo

1890-1892

Comuni: N. 4. Popolazione 19.218. Tribunale di Teramo. Conservazione delle Ipoteche, Delegazione di P.S. e Ispezione forestale in Penne. Ufficio metrico in Teramo. Agenzia delle Imposte e Uffizio di registro in Città S. Angelo.

CITTA’ SANT’ANGELO

Terzo Capo Collegio Uninominale, Diocesi di Penne. Distante da Penne (capoluogo cincondario) Km 30 da Teramo capoluogo di provincia e sede del Tribunale. Aquila, sede della corte d’appello.

Abitanti 7533.

Trovasi sopra un’amena collina che elevasi sulla riva sinistra del fiume Salino.

Il suo territorio, bagnato dai fiumi Piomba, Salino e Fino è fertlissimo.

Servizi. Uffizio postale e Uffizio telegrafico, locale Stazione ferroviaria di Montesilvano, distante Km. 9, sulla linea Ancona – Pescara. Servizio di omnibus.

Vetture postali per Montesilvano, ore di percorso1, numero dlle corse 2, da novembre a febbraio e 3 nei mesi successivi; da Montesilvano, ore di percorso 1,30.

Prodotti. Cereali, viti oliveti.

Fiere. 1,2,3, gennaio, seconda domenica di febbraio, seconda di marzo, prima domenica di aprile, 8 giugno, 13 maggio, seconda di luglio, prima di settembre, 1,2,3, novembre, seconda di dicembre.

Mercati. Ogni mercoledì.

Industrie. Molto attiva la pastorizia, l’allevamento dei bachi da seta e la lavorazione del ferro in ispecie i coltelli.

Sindaco. Cilli Luigi.

Segretario. Tizzani Elmiro.

Ufficio Postale. Ufficiale. CASTAGNA RAFFAELLO

Stampa periodica. Vita Abruzzese, settimanale politico.

Agenti d’assicurazioni. Cilli Giuseppe (Fondazione Suzzarese) -  De Stefani avv. Camillo (Venezia) – Di Giampietro Massimo (New-York, Reale grandine), via del Ghetto, num. 6 – Ballerini L. (Gresham, vita – Mutua di Roma, ass. matrimoniali).

Banche. Banca Popolare Cooperativa (capitale L. 100,000) – Banco di Sconto (capitale L. 50,000) Cassa di prestiti e Risparmi.

Bestiame (Negozianti) Jachini Silvestro – La Valle Salvatore e Giuseppe – Marzuoli Pasquale – Marzuoli Raffaele.

Caffettieri. Bucci Raffaele – Di Donato Attilio.

Calzature. (Negozianti) Cerasani Antonio – Cilli Nicola – Di Donato Giuseppe – Opportuno Vincenzo – Tombolini Costantino –

Cappelli. (Negozianti) Bevilacqua Nicola

Cartolai. Ballerini Luigi

Cereali. (Negozianti) Giampietro Nicola – Tulli Sante.

Commissionari – Rappresentanti. Ballerini Luigi e Carlo

Droghieri. Montebello Carmine.

Filati cotone (Negozianti). Fornaro Antonio – Montebello Carmine.

Fotografi. Presutti Nicola.

Laterizi. (Fabbriche). Di Giampietro Angelo Marino – Mazzocchetti Michelangelo.

Meccanici. Palumbi Michele – Palumbi Rocco.

Legnami. (Negozianti) Monelli Giustino.

Letti (Fabbriche). D’Alfonso Massimonicola.

Librai. Ballerini Luigi.

Molini (Esercizi). Coppa fratelli – Di Giampietro Salvatore – Di Giampietro Rocco.

Olio d’oliva (Produttori). Baiocchi Silvio – Coppa Zuccari Orazio – D’Alberti Francesco – Giampietro Michele – Giampietro Saverio – Ghiotti fratelli.

Orologiai. Presutti Nicola.

Panettieri. De Luca Nicola – Leone Giovanni – Mutignano Raffaele – Urbani Maria – Di Giampietro Domenico – Ferri Antonio.

Paste alimentari (Negozianti). Ciantò Rocco – Canzano Giovanni – Monelli Giustino – Braccia Carlo – D’Alonzo Emidio.

Pittori Decoratori. Braccia Giovanni – Di Donato Luigi.

Pizzicagnoli. Ricci teresa – Tomei Matilde – Cotellesi Giustino – Braccia Carlo – Pennese Pasquale.

Ramai. Urbani Luigi.

Sellai. Stellati Antonio e Gennaro.

Tessorie seta a mano (Esecizi) Coppa Zuccari.

Tessuti (Negozianti). Brandimarte Davide – De Berardinis Giuseppe – Jannucci Eustachio – Tolomonti Pietro.

Tipografia. Ballerini Luigi.

Vini (Negozianti). Di Giuseppe Emidio – Di Marcantonio Giuseppe – Jannucci Anselmo.

PROFESSIONI

Avvocati. Castagna Nicola – Coppa cav. Antonio – Innamorati Luigi – Ghiotti Nicola.

Farmacisti. De Camillis Pasquale – Desiderio Gaetano – Valloreo Vincenzo.

Ingegneri. Colella Giulio.

Maestri di musica. Barone Francesco – Cavina Carlo.

Medici-Chirurghi. Colella Luigi – Crognale Rocco – Crognale Giuseppe – Nasuti Andrea – Petrucci Michele – Petrucci Francesco Paolo – Nasuti Nicola.

Notai. Ranalli Antonio – Razzi Achille.

Periti agrimensori. Baiocchi Nestore – Baiocchi Vincenzo – Berarducci Adelchi – Colella Filippo – Giampietro Nicola.

Veterinari. Antonelli Giovanni – De Luca Enrico.

Bibliografia:

ANNUARIO D’ITALIA – CALENDARIO GENERALE DEL REGNO - Ediz. 1892.

Foto : https://semisottolapietra.wordpress.com/

ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Copyright © 2022 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu