Parolmente

Blog di Pianella e dintorni
AttualitàPoliticaEconomia e LavoroCultura e spettacoliSportSegnalazioni

STORIE DELLA NOSTRA EMIGRAZIONE. L’abruzzese che pagò, con la vita, l’amore per la sua donna

GEREMIA MANCINI.

Tommaso “Thomas” DelMonti (D’Alimonte) nacque a Roccamorice, oggi provincia di Pescara, nel 1885. Giunse negli Stati Uniti insieme al fratello Salvatore “Samuel” (nacque a Roccamorice il 26 febbraio 1889 - morì, aveva 59 anni, l’8 agosto 1948 a Orchard Park, nello stato di New York).

Tommaso nel 1906, all'età di circa 21 anni, fece la “fuga d’amore” con la quattordicenne di origini calabresi Rosa Nesce “Nash” (figlia del venticinquenne Joseph Nesce “Nash” e della venticinquenne Maria Concetta Marulio). La coppia fu fermata dalla polizia a Lockport, New York, e la ragazza fu ricondotta a casa dei suoi genitori. Nel 1910, Thomas e Rosa, contro la determinata volontà dei genitori della ragazza, vollero comunque sposarsi.

L'8 febbraio 1910, a poche settimane dal matrimonio, Thomas fu colpito dal suocero, Joseph Nesce “Nash”. Thomas morì due giorni dopo. Un anno dopo Joseph “Nesce” Nash, all’epoca quarantaquattrenne, fu giustiziato sulla sedia elettrica della “Auburn State Prison” di New York.

Parolmente

Tienilo a Mente
ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Contatti
info@parolmente.it
Donazioni
Copyright © 2024 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu