Blog di Pianella e dintorni
AttualitàPoliticaEconomia e LavoroCultura e spettacoliSportSegnalazioni

Quando i Pleninenses parlavano l'osco sabellico

VITTORIO MORELLI

Ci addentriamo nel campo minato e recluso da cavalli di Frisia della linguistica: di quando i Pleninenses (Vestini trasmontani) parlavano l'osco sabellico,VIII sec. a.C.-III sec. a. C.-IV sec. d. C.; il latino volgare, IV sec, a.c.-XIII sec. d. C.; il longobardo e mixer, VIII sec. d. C.- XIII sec. d. C.; il franco provenzale e mixer, XV sec. d. C e XIX sec. d. C e mixer; lo spagnolo, XV-XVII sec. d. C.

Rarissimi sono il sostrato e i lessemi ascrivibili all'osco sabellico, lingua affine al latino arcaico, (s'à marrunete) che potrebbe derivare dall'etrusco maru, funzionario; l'espressione è passata a significare nella parlata pianellese si è ingentilito, e l'espressione si riferisce ad unalama di un utensile agricolo non più tagliente.

Papa, nonno, lessema passato nel latino pater, mutuato dal sanscrito pitar, lessema presente in quasi tutte le lingue indoeuropee che, dalla radice pati, antenato, ha originato in rum. tatà, in fr. père, in ted. vater, in sp. papà, in alb. babai; per attrazione e derivazione, ha prodotto termini assonanti e omofoni a causa dei prestisti e scambi linguistici; il termine dial tatà, tatone, sciore, scio sciò, indica in alcuni casi sia il padre che il nonno, quasi per anastrofe e metatesi del significato delle parole.

Gli antichi, per indicare una persona, un oggetto, un attrezzo, un sentimento usavano la stessa radice comune della gens, che veniva privata o aricchita di altri fonemi.

Raki, re,  lat. rex, regis; ma, me, io; opsut, operò, fece fare; kuprì, bello, bellezza, sono lessemi incisi sulla statua del Guerriero di Capestrano, in area vestina cismontana; Touta, lessemadella targa di Rapino che indica città: Teti, Teate, dial. Chjte, Chieti.

Piuttosto, è più facile incontrare reperti linguistci riconducibili al preindoeuropeo e all'indoeuropeo come la Nora, Maiella, albanese mali, mal, montagna; al greco bizantino Kephalé, Kєфάλі, Cephalie, Podium Cephalie, Colle Ciafardone (Cepha + ardone, colle di Ardone, Aldone longobardo), Coccia, dal significato di testa, lat. Caput; dal greco όбТрακον, ostrakòn, coccio, sinonimo di Képhalé, testa.

Dal latino volgare i Pleninenses hanno mutuato dial. sallocchjie, lat. siliqua; dial. mappe, mappine, mappatelle, lat. mappa; dial. plande, lat. planta, lessema rafforzato dallo spagnolo planta; dial. lu flore lat. flos, floris, fr. fleur; dial. alà (sbadigliare), lat. alo, alis, alitum, alimentare, dare la vita; dial. alme, lat. alma, anima; forte è l'espressione dialettale l'alme de mammete; dial. la prubbenie, razione di fieno o di erba da dare agli animali, lat. praebenda; dial la trïache, sinonimo di cosa stomachevole, termine mutuato dal bizantino e dal lessico degli speziali, in italiano teriaca; deriva dal greco antico (?) il lessema dial. piripacchje, dal lat. partum, pepĕri, passato per attrazione, derivazione e aderenza ad indicae l'organo sessuale femminile.

Dal germanico e longobardo i Pianellesi hanno mutuato dial. scianne, culla, dial. zòppele, zeppola, cuneo, dial. huate, guado, dial. huange, guancia, dial. anghe, bacino in italiano, mascella in dialetto, dial. taccune e taccunelle, pasta a forma di triangolo, dial. vrangate, bracciata di legna, paglia, erba, fieno, dial. butte de sangue, accumulo di sangue in bocca.

Dal franco provenzale e dal francese i Pianellesi hanno mutuato armuarre, mascéne, sciangé, tulotte, sciambagnone, cambre, trumò, pulle, ciuvotte, mustacce, accattà.

Le  varie dominazioni hanno corroborato termini esistenti o hanno contribuito al loro indebolimento a vantaggio dei lessemi del gruppo dominante.

Si rinvia ai volumi:

V. Morelli,Toponimi della Provincia di Pescara, Pescara, 1887.

V. Morelli, Historiae de Planella, 1979, pp. 81-82.

ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Contatti
info@parolmente.it
Donazioni
Copyright © 2024 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu