Parolmente

Blog di Pianella e dintorni
AttualitàPoliticaEconomia e LavoroCultura e spettacoliSportSegnalazioni

Per la conservazione e tutela del patrimonio storico, edilizio ed architettonico di Pianella. I Palazzi gentilizi e gli horti-giardino conclusi.

di Vittorio Morelli

A Pianella si contano almeno una ventina di Palazzi con l'orto-giardino murato, alla siciliana, adiacente; alcuni Palazzi, pur non avendo l'orto aderente alla proprietà, sono dotati di spazi abbastanza ampi all'interno della corte e gradinata di accesso. Uno studio più accurato ci consentirebbe di arrivare agli antichi proprietari.

Nell'orto giardino si praticavano le colture autunnali, quelle invernali e primaverili: oltre al fico carecino, al sorbo, al pero di S. Giovanni, al pero asinino, e al prugno, al ciliegio, si coltivavano verdure di stagione, carciofi, pomodorini, pomodori, peperoni; non mancavano piante di alto fusto come il pino "ad ombrello", detto anche pino d'Aleppo, il sambuco come confine della cannizzata o della murata, la quercia, l'olmo, l'ailanto, il lauro, il sorbo; in più c'erano cespugli di erbe aromatiche: il prezzemolo, il rosmarino, l'aglio, la cipolla, oltre alle viole, alle rose, al garofano, al cespuglio di melograno ad uso atrotopaico e antibatterico nelle varie forme di prostatite: le persone ci andavano la mattina presto, prima che la rugiada venisse asciugata dal sole, ad urinare per sconfiggere alcune forme di infezione della uricemia,

Non mancava il piccolo pergolato di uva bianca, il pergolone, il montonico.

Ogni orto era un po' diverso dall'altro; in comune c'era la coltura delle leguminose, delle varietà aromatiche, delle verdure.

Non era difficile incontrare un piccolo pollaio con alcune galline per le uova e un covile per il maiale.

Ha fatto eccezione Villa Margarita d'Austria (poi de Felici) con le sue varietà di piante rare e ornamentali, riferibili al secolo XVI.

Si veda V. Morelli, Historiae de Planella, Penne, 1997, p.

Molti spazi esterni sono diventati di uso comune o acquisiti dalle Amministrazioni del tempo.

Si ha memoria dei seguenti

-Palazzi:

Palazzo dei baroni "Todesco "con orto (oggi sede della Parrocchia) in Via S. F. co d'Assisi

Palazzo "de Felici" (baroni Carlo e Zopito, con ampio orto-giardino sottostante, ex giardino di Margherita d'Austria), Palazzo Sabucchi (oggi Curato)

Palazzo "Asilo Sabucchi" (con ampio giardino)

Palazzo "Sabucchi "a Capo Piazza (oggi condominiale)

Palazzo "Sabucchi "su Via C. Battisti con corte interna, e sbalio su V. R. Margherita

Palazzo "Anelli" con corte interna e sbalio su V.R. Margherita

Palazzo "di Luzio" (T. Galeota) con orto giardino

Palazzo "Ferrara" su Via F. Baracca

Palazzo "de Sanctis "nel Casareno

Palazzo "Ciammaichella" con ampio giardino su V. G. de Felici

Palazzo "de Berardinis", con area giardinata interna (Pozzi-Marzuoli-Cerritelli)

Palazzo "Cortellini" con giardino (Cerritelli) su Via Meridionale

Palazzo "Cortellini" (oggi Peduzzi) con giardino residuale

Palazzo "Cancelli" ai piedi della Piazza e Via F.co Baracca con alcune stanze di Casa Farnese.

Palazzo" Egizi" (ora Galeota) in Via Vittorio Veneto

Palazzo "De Caro" in Piazza della Vittoria con orto occupato da Viale R. Margherita

Palazzo "Verrotti" 1 con orto e sbalio su V. R. Margherita e Via M. d'Addario

Palazzo "Verrotti "2 con sbalio in Via F. Baracca Vicolo Cieco e su Piazza dei Vestini

Palazzo "de Felici Gesualdo" I in Piazza con cisterna, ampio cortile e spiazzo interno

Palazzo "Puca" con corte interna, cisterna monumentale e sbalio sulla Voltata omonima.

Palazzo "Crognale" (oggi Faieta) con sbalio esterno su Viale R. Margherita e M. d'Addario

Palazzo "Tribuzi" con orto giardino adiacente, in Via M. d'Addario

Palazzo "Cortellini de Sanctis" su Via Umberto I, con corte scoperta, cisterna e sbalio sul Torrione

Palazzo "Acquaviva", oggi Izzicupo con ampio cortile scoperto interno in Via del Trappeto Grande.

Palazzo "Pignatari?" "Ciampoli-Ferri?" nel Rione del Pisciarello, oggi condominiale

Palazzo ex del Biondo V nel Rione Pisciarello

Casa Palaziata (Pierdomenico e C.)

Palazzo "Mattozzi "in Cerratina con sorgente di falda

Palazzo "Sabucchi "in Cerratina, sede distaccamento comunale

Palazzo "Brancadoro", Via Umberto I (Rinomato?)

Palazzo "Marchetti", in Piazza delle Erbe

Palazzo "Bellante", Rione S. Domenico, Via Gorizia

Palazzo "Lizza", ed ex "di Fonso" in Via Gorizia e Vivo delle Stelle nel Rione di S. Domenico con giardino residuale

-Ville Rurali o Casini di campagna, Ville fuori Porta extra muros,

dove i proprietari trascorrevano parte delle vacanze con la servitù

Villa" de Felici "con ampio giardino (oggi Scuole primarie e secondarie) 1.

Villa "di Gregorio" abbinata alla omonima fornace per laterizi con ampio giardino e terreno adiacenti.

Villa Rurale "Oblecter" con giardino ed orti, campi coltivati in Castellana

Villa Rurale "Sabucchi" in Vicenne Nord con campi di prossimità

Villa Rurale "Sabucchi" in S. Maria della Nora con vasca e sorgente di falda

Villa Rurale "Ferrara" in c/da Fucilitti con campi di prossimità

Villa Rurale "Pallantani" in c/da S. Scolastica con campi di prossimità

Villa Rurale "De Sanctis" in c/ da Granaro con campi di prossimità -Casamenti, dove abitavano i socci, ovvero i coloni e i fattori

Lu Casone e lu Casunette in c/da Astignano di Cerratina

Casamento (ex Campili), in Cerratina

Casamento, oggi Rucci, in Castellana

Casamento Sabucchi in c/da S. Maria della Nora

La ricerca è ancora aperta, in quanto occorre approfondire, in tempi possibili, i dati catastali e notarili; questo è un brogliaccio che serve come punto di partenza e per orientarsi nei meandri delle carte.

Dopo circa cinque secoli, tra permute, transazioni, accorpamenti, divisioni, non è faciletrovare la linea, il fil rouge, delle intestazioni e successioni, che si sono succedute nel tempo.

Ci siamo soffermati anche su intestatari relativamente recenti per diradare la nebbia e procedere piano piano a ritroso nel tempo.

Col tempo, man mano che si consultano le carte, tutto si potrà chiarire e codificare con certezza la primitiva proprietà.

Foto Palazzo De Felici

© E' vietata la riproduzione dei testi

Parolmente

Tienilo a Mente
ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Contatti
info@parolmente.it
Donazioni
Copyright © 2024 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu