Il 20 maggio del 1757 a Pianella Festa della Madonna del Buon Consiglio.

LORIS DI GIOVANNI

ll 20 Maggio del 1757 a Pianella, in occasione della Festa della Madonna del Buon Consiglio, viene rappresentata il Melodramma di Stefano Ferrante (Serrario) LA BETSABEA dedicato al Signor D. Ferdinando Barone Tedeschi.

Stefano Ferrante, moglie pianellese, Margherita Mevii, si distinse per la produzione di melodrammi a soggetto sacro, evoluzioni dell'oratorio, che avevano in quel periodo autore principale Metastasio, verso il quale Ferrante manifesterà venerazione e scambierà copiosa corrispondenza. Si firmerà con l'anagramma Stefano Serrario fin dal primo melodramma musicato dal Maestro Saverio Selecchy autore del celebre Miserere.

I suoi scritti furono tanto apprezzati che gli valsero di essere ascritto alla sezione teatina della Colonna Tegea dell'Arcadia, fondata dal marchese Federico Valignani nel 1756 quando ne era vice Custode Saverio Del Giudice marchese del casale.

Margherita Mevij era una delle tre figlie, assieme ad Antonina e Sinforosa, di Giovanni Battista Pascale Mevij e di donna Crescenza Martirani. Le nozze tra Stefano e Margherita furono celebrate il 9 dicembre del 1756. Giovanni Battista costituì ed assegnò ai novelli sposi una dote di “docati mille tra mobili, denari contanti e un podere stabile di campagna con terreno, olivi e vigne in contrada Fontanelle”. Al lieto evento di sicuro si riferisce la poesia “Il Maritaggio” raccolta nei “Fiori Poetici” nella quale il Ferrante canta l’ideale di un matrimonio perfetto e quel che dovrebbe essere il comportamento di una buona moglie. Dal matrimonio nasceranno sette figli.

ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Copyright © 2022 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu