Parolmente

Blog di Pianella e dintorni
AttualitàPoliticaEconomia e LavoroCultura e spettacoliSportSegnalazioni

L'Angolo della Poesia "Due Giugno Quarantesei" di Cesare Antonio Nicolini

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

di Cesare NICOLINI

"DUE GIUGNO QUARANTASEI"

Esco dal corridoio

oscuro del pianto

ancor fanciullo m'incammino

sul prato arso del futuro.

Mentre cerco

nuovi orizzonti rosa

mi ritrovo a seminare foglie morte

e a raccogliere gusci

di speranze infrante.

Fare un patto

di promesse ardite

con l'unico obiettivo sconfinato

di ritrovar la voglia in giusta forza,

al di là dei sogni blandi.

Esco dal torpore illuminato

del bimbo senza giochi

né fortune:

giocattoli di paglia senza veli

sfornati dal furore di una stirpe

che ha voluto fare grandi passi.

I passi di una guerra infame

che ha portato il morbo del potere

in mano a straccivendoli di lusso.

Inutile è cantar vittoria al sole

con misere "semenze" rinsecchite:

son pochi bulbi

e vanno alla deriva

nel mare sconfinato

sulla barca del massone.

Pescara 06 agosto1995

CESARE A. NICOLINI nasce a Ortona (CH) il 14 aprile 1939, risiede a Pescara dal 1952. Coltiva con passione e successo la poesia dialettale abruzzese, oltre che in lingua, fin da giovane, privilegiando i temi tradizionali come la famiglia, i ricordi e la religiosità profonda dell’abruzzese puro. Ha pubblicato due raccolte di sue poesie in vernacolo dal titolo “Scenne di Fringuelle” ed. Tinari 1997, presentazione del prof. Michele Ursini e ‘Na “Voce” Prima Jurne 2008 ed. Sigraf, presentazione di Gino Orsini. Ha pubblicato “La vije de la croce”, Via Crucis in vernacolo abruzzese, ed. L.P. Grafiche 2018, presentazione della prof.ssa Gabriella Serafini che contiene il brano originale “Canto della Via Crucis” del figlio Aldo.Molte sue liriche sono inserite in pregiate antologie come: “Fiori di Casa” di M. Ursini, “Primavera della Val Pescara” di G. Marzoli, “Città di Alanno” di G. Marzoli, “Premio Histonium” di L. Medea, “Poeti d’Abruzzo” ed. Settembrata Abruzzese, “Capate a lu Mazze” di V. de Luca. È oltretutto autore di testi per canzoni folkloristiche insieme al figlio Aldo compositore delle musiche.

Parolmente

Tienilo a Mente
ll Blog Parolmente.it, si propone di promuovere il territorio, attraverso la diffusione di notizie a carattere turistico, ambientale sociale, politico (apartitico) e culturale.
Contatti
info@parolmente.it
Donazioni
Copyright © 2024 Parolmente.it All Rights Reserved
Instagram
magnifiercrossmenu